donna rinascimento con corallo
Icon Stories

Una vacanza rosso corallo

Benedetta, sentendosi un po’ stanca, si appoggiò alla vetrina di un negozio.

Davide e gli altri non si accorsero che era rimasta indietro e continuavano a camminare in quella piccola viuzza di Alghero, dove avevano deciso di dedicarsi allo shopping di souvenir.

La vacanza era quasi al termine ed erano rimasti tutti entusiasti della bellezza della natura sarda, del suo mare verde come uno smeraldo e delle sue sabbie dal colore dell’oro.

Quell’estate avrebbe avuto un significato importante per la vita di Benedetta. Da qualche giorno aveva scoperto che sarebbe diventata mamma per la prima volta.

Alghero Sardegna

Amava Davide da un anno sebbene si conoscessero dai tempi dell’università, dove erano diventati ottimi amici, finché una sera avevano capito di essere fatti l’uno per l’altra. Così timidamente avevano cominciato a fare coppia fissa, ma mai avrebbero immaginato di formare una famiglia. Dopo lo shock iniziale, Davide non faceva che essere preoccupato per ogni singola cosa potesse accadere a Benedetta. Strano che non si fosse ancora accorto che lei era rimasta indietro.

Sorrise tra sé e si sfiorò la pancia. Poi si voltò verso la vetrina del negozio dove si era fermata. E fu un’esplosione di rosso. Rosso corallo.

Improvvisamente si sentì attratta da quel colore di fuoco, come se la avvolgesse e attirasse a sé. Decise di entrare a dare un’occhiata. L’ambiente era piccolo e in un angolo un uomo anziano dalle mani rugose stava tagliando dei rametti duri e rossi. La ragazza fu colpita dallo sguardo attento dell’artigiano, dai suoi movimenti lenti e che in un attimo diedero vita ad un taglio netto e preciso del corallo.

“E’ molto importante eseguire un taglio perfetto. Da qui parte la sua lavorazione e la sua perfezione.” Furono le parole dell’anziano quando ebbe finito. “La conosce la sua leggenda?” continuò.

Benedetta sempre più affascinata fece cenno di no con la testa.

“Quando Perseo tagliò la testa della Medusa, il cui sguardo pietrificava gli uomini, per tenerla al riparo l’adagiò su un tappeto di rametti e alghe. Bastò qualche goccia di sangue per trasformare il tappeto in corallo”

souvenir corallo rossoBenedetta sorrise e continuò a osservare l’abile artigiano mentre realizzava un piccolo ciondolo. Poi alzò gli occhi e vide un quadro famoso ma di cui ignorava il nome.

L’anziano se ne accorse e annuì compiaciuto.

“E’ il ritratto di Giovanna Tornabuoni, del Ghirlandaio. Se osserva bene vedrà che la donna indossa un rosario fatto in corallo.”

“Bellissimo!” commentò estasiata Benedetta.

“Vede signorina il corallo è simbolo di eternità e passione, e viene usato come protezione per chi sta per diventare mamma.”

Frase diventare mamma

 

Le ultime parole fecero sobbalzare Benedetta. Abbassò lo sguardo verso la sua pancia, arrossendo. Ma l’uomo le rispose con un sorriso dolce

“Lo prenda!” disse offrendole il piccolo monile appena realizzato “Porterà fortuna a lei e alla sua bambina. E’ fatto secondo l’antica tradizione degli artigiani sardi.”

“Grazie!” fece riconoscente la ragazza che decise di acquistare anche qualcos’altro da destinare a sua madre e a quella di Davide, le future nonne.

Uscì dal negozio sorridente e mentre raggiungeva gli altri si sentiva avvolta da una bella sensazione. L’amore, dal colore rosso corallo.

 

Scritto da Giulia Morandi

 

 

—————————–

 

Il dipinto di Giovanna Tornabuoni eseguito da Domenico Ghirlandaio nel 1488 si trova nel Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid

Vuoi saperne di più sul corallo, la sua leggenda e i suoi artigiani?

Artigiani sardi del corallo

La leggenda del corallo

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Email This Page

Iscriviti e ricevi l'icona del mese.
Un piccolo Souvenir
per allietare la tua giornata.

X